LA STRUTTURA

Nel cuore delle colline Moreniche c'è una residenza speciale per anziani. La struttura ha una capacità di 118 posti letto accreditati, e garantisce una assistenza medico-sanitaria di qualità e servizi alberghieri di altissimo livello.
Il nome “Beata Paola” è stato attribuito in onore della Beata nativa Paola Montaldi. Una scelta per sottolineare lo stretto connubio che lega la struttura con il territorio di Volta Mantova, che per storia, tradizione e ambiente è unico nel suo genere. La vicinanza con il Lago di Garda rende il clima mite, adatto alle condizioni degli anziani, e la presenza di ampi spazi verdi, lontani da fonti di inquinamento, esalta i profumi stagionali.
La struttura è accreditata dall’Ats Valpadana, ed è possibile accedere attraverso le pagine del sito ufficiale alla sezione dedicata alle varie strutture assistenziali della provincia (Vai alla pagina)

Stanza tipo

Le soluzioni abitative proposte dalla RSA Beata Paola sono diversificate in base alle esigenze di reparto e alle necessità terapeutiche del singolo ospiti.

Le stane sono in totale 56, dotate di propri servizi igienici, letti snodabili ideali anche per persone allettate, TV, telefono, impianto di climatizzazione, comunicazione interfono.

Sono disponibili camere singole, a due ed a tre posti letto, due quadruple, in ogni caso di dimensioni tali da garantire confortevoli spazi di vita privata.

Ciascun ospite dispone di un capiente armadio per gli indumenti e di un comodino per riporre i piccoli oggetti personali.

Ambienti di vita collettiva

La struttura è organizzata su tre piani, divisi in cinque nuclei abitativi che, per favorire la familiarizzazione da parte degli ospiti, sono chiamati “VIE” e sono tinteggiati ed arredati con colori diversi, che ne permettono la facile identificazione.

Al piano terra, oltre ad un nucleo di degenza, sono presenti: l’Ufficio Accettazionecon funzioni di prima informazione a chi accede alla struttura, gli uffici amministrativiperfettamente integrati nella struttura ed aperti a ospiti e familiari. Completano il piano terra il salone polivalente, vero e proprio centro ricreativo per l’ospite ela palestra per l’attività riabilitativa.

Al primo e secondo piano trovano posto i rimanenti quattro nuclei di degenza, dotati di bagno assistito e di un locale soggiorno-pranzo con cucinetta di piano per il confezionamento delle colazioni e per le diverse necessità di ristoro.
Tale locale, accessoriato con Tv, funge sia da mensa che da area ricreativa per l’attività di animazione ai piani.

Al piano interrato infine si trovano la Cappella, la camera mortuaria, il locale per i servizi di parrucchiere e podologo, i servizi generali (cucina centrale, lavanderia-guardaroba, magazzini e spogliatoi personale).
Tutta la struttura è circondata da un’area verde accessibile agli ospiti.

Orari

Le visite dei familiari sono assolutamente auspicabili ed attese.

I Parenti accedono alla struttura senza particolari vincoli di orari; il personale, collaborando con i visitatori, riesce ad armonizzare questo libero accesso con il rigore dei momenti della visita medica, del pasto e del riposo.

Dalle ore 20.00 le visite sono ammesse previo consenso della Direzione Sanitaria; in caso di grave necessità è possibile la permanenza di un familiare anche durante la notte.

Sono permesse, previa autorizzazione del Direttore Sanitario ed in relazione alle condizioni dell'Ospite, uscite, anche di diversi giorni, con i familiari. In tal caso il personale infermieristico si fa carico di preparare e consegnare agli accompagnatori la terapia necessaria per tutta la durata della permanenza fuori dalla struttura.

Giornata tipo

La vita in Rsa è caratterizzata da ritmi quotidiani che rispecchiano precise necessità organizzative; il personale si impegna, comunque, a mettere in atto opportune iniziative per salvaguardare ritmi di vita accettabili anche per gli ospiti, conciliando le esigenze organizzative delle attività assistenziali con i tempi del riposo, delle visite e dei pasti. Gli ospiti si vedranno da subito coinvolti in questi ritmi, ed è bene che conoscano in linea di massima le attività svolte e la loro calendarizzazione.
 
Al mattino alle 6.30inizia la giornata dell’ospite: gli operatori assistenziali ed infermieristici procedono ad effettuare l’igiene personale, il cambio della biancheria, la mobilizzazione, la somministrazione delle terapie, gli eventuali prelievi ematici, le medicazioni.

Alle ore 8.30viene distribuita la colazione, con aiuto da parte del personale per gli Ospiti non autonomi.

Dopo la colazioneiniziano le attività di animazione e di fisiokinesiterapia. Nella mattinata vengono garantite le prestazioni di assistenza medica ed infermieristica. Il personale ausiliario provvede alla distribuzione e aiuta nell’assunzione di bevande calde o fresche.

Il pranzo viene servito alle ore 12.00, con possibilità di menù a scelta. Gli ospiti non autosufficienti vengono assistiti dal personale di reparto.

Nel pomeriggioqualche ora è riservata al riposo a letto, con la possibilità per chi lo preferisse di trattenersi nei locali di soggiorno. Nel frattempo viene garantita la mobilizzazione degli allettati e l’igiene intima personale, il cambio della biancheria e dei presidi assorbenti, la distribuzione di bevande.

Nelle ore pomeridiane, dopo le 14.30,proseguono le attività di fisiokinesiterapia e animazione, sia nei reparti che nelle sale preposte.

La distribuzione della cena con menù a scelta avviene alle ore 18.30. Al termine gli operatori provvedono alla messa a letto degli ospiti, alla preparazione della notte ed alla somministrazione della terapia serale.

Nel corso della notteil personale di turno vigila gli ospiti, provvedono alla regolare e periodico sostituzione dei dispositivi per l’incontinenza, alle movimentazioni previste dal protocollo assistenziale e, in caso di necessità/urgenza, all’attivazione del medico di turno.